Cia Roma sul Coronavirus. “Agricoltori di Cerveteri e Ladispoli in sofferenza, serve ripartire per ricreare economia”

Al centro agroalimentare di Roma calano le offerte nonostante i prezzi siano sempre più bassi.

La psicosi Coronavirus sta avendo degli effetti negativi sul settore agroalimetare del territorio.

Lo denuncia la Cia di Roma che ha atteso questa settimana per stilare un bilancio. “Abbiamo forti ripercussioni sulle vendite, in particolare il settore dell’ortofrutta ne ha risentito molto e a pagarne sono gli agricoltori – afferma il presidente di Cia Roma Riccardo Milozzi –  c’è un senso di insicurezza, dovuta anche a una distorta informazione che si è abbattuta a cascata impaurendo i cittadini “Il prodotto  principe tra poche settimane sarà il carciofo,  fonte di reddito per molti produttori e si spera che tutto torni alla normalità. ”  Intanto io penserei a questo momento, purtroppo si devono registrare un calo di introiti significativo : al centro agroalimentare di Roma diminuiscono i prezzi dei prodotti, ma la domanda non sale. Ecco questo non ci lascia ben sperare ma rimaniamo fiduciosi che le prossime settimane siano  segnate da una ripresa e che tutto finisca , anche perché tra poche settimane con l’arrivo della Pasqua ci sarà  da salvaguardare il comparto degli agriturismi che ha un impatto forte con l’economia del territorio – conclude Milozzi”

Condividi!